Ti sposi? I documenti per chiesa e comune

Dopo aver fissato la data ed aver scelto la Chiesa e o la sala comunale dove avrà luogo la cerimonia, è necessario iniziare a lavorare ai documenti necessari per lo svolgimenti del matrimonio facendo molta attenzione alle tempistiche.

Eh sì perché è bene sapere che per svolgere tutto l’iter burocratico ci vogliono almeno tre mesie che i documenti prodotti hanno una validità di sei mesi, il che vuol dire che avete sei mesi di tempo dalla data del rilascio per sposarvi.

Una volta fissata la data quindi, è bene iniziare a raccogliere tutte le informazioni sui documenti necessari che servono al parroco della vostra Chiesa di appartenenza e su quelli che servono al comune, in modo da essere preparati nel momento in cui, in base alle tempistiche di cui abbiamo parlato, è bene presentare la domanda.

Da dove iniziare? La cosa migliore da fare è recarsi nella proprio parrocchia di appartenenza e richiedere un colloquio con il parroco. Non è necessario che le nozze vengano celebrate in questo luogo o che il parroco sia il celebrante del rito. Previa richiesta del nulla osta, potete sposarvi dove preferite ma le pratiche matrimoniali dovrete svolgerle nella vostra parrocchia di appartenenza.

Quali sono i documenti necessari? Il parroco vi chiederà le seguenti cose:

  • atto di Battesimo
  • atto di Cresima
  • attestato di frequentazione del corso prematrimoniale
  • certificato contestuale (rilasciato dal comune di appartenenza, che comprende residenza, stato libero e cittadinanza)

Parallelamente dovrete recarvi all’ Ufficio matrimonio del vostro comune o circoscrizione di appartenenza con documento d’identità e firmare le autocertificazioni che vi verranno sottoposte.

Se uno dei due futuri sposi è divorziato, dovrà aggiungere ai documenti necessari anche la sentenza di divorzio, mentre se è vedovo sarà necessario l’atto di morte del coniuge defunto.

A questo punto l’Ufficio Matrimoni vi comunicherà la data nella quale si svolgerà la vostra Promessa di Matrimonio alla quale seguiranno prima le pubblicazioni civili che dureranno 8 giorni trascorsi i quali dovrete tornare dal vostro parroco per il giuramento religioso e le successive pubblicazioni religiose da farsi nelle parrocchie di appartenenza dei due fidanzati.

Al termine di questo iter il parroco firma il nulla osta che dovrete consegnare al Vicariato in caso non vi sposiate nella vostra Chiesa di appartenenza.

Fonte: ilvostromatrimonio.it