• Home
  • Tag: wedding planner

Il programma della Cosenza Fashion Week

Quattro giorni di moda a Cosenza dal 25 al 28 maggio animeranno la vita mondana della città grazie all’organizzazione di un evento ormai attesissimo organizzato dalla 28enne Giada Falcone.

 

Stilisti famosi, bellissime modelle accuratamente scelte durante i casting, make-up artist, fashion maker, fotografi di moda, giovani fashion designer calabresi e molti altri provenienti anche da diverse parti d’Italia. Tante richieste di partecipazione, un programma ricco di eventi e di presenze. Associazioni ed esperti del settore parleranno di moda e delle diverse forme. Non a caso il claim della Cosenza Fashion Week è ” la moda e le sue forme”.

Riportiamo di seguito l’intervista esclusiva del portale web www.mitindo.it:

Giada, come nasce l’idea della Cosenza Fashion Week?

“Avvertivo la necessità di creare un evento completamente nuovo. Erano anni che cercavo di realizzare questo sogno nel mondo della moda con l’intento di coinvolgere tanti miei coetanei . Sarà un evento unico per la nostra città per il programma che proponiamo e per gli stimoli che abbiamo dato rispetto al fatto di fare concretamente rete tra giovani. Tanti sono stati i messaggi di complimenti per quest’idea: questo è gratificante e posso dire quindi che in parte abbiamo già vinto.”

Come mai hai voluto realizzarla proprio a Cosenza?

“Mi son detta : “ Perché anche Cosenza non può avere la sua Fashion Week?” Nessuna presunzione di voler imitare le grandi città ma solo la volontà di credere che anche il nostro territorio sia pronto per accogliere e puntare a questo tipo di evento.”

Quali sono le aspettative? State già progettando un’edizione futura?

“Le sensazioni sono positive e, come già detto, siamo molto soddisfatti dell’interesse suscitato fino ad ora. Il 28 si tireranno le somme ma posso già dirti, in via del tutto inedita, che CosenzaFashionWeek non sarà soltanto in questi quattro giorni ma anche nei prossimi mesi. Per una prossima edizione siamo già al lavoro!”

Di seguito il programma ufficiale e vi ricordiamo che il 28 maggio a partire dalle 17,30 la nostra esperta della rubrica #erikaconsiglia vi aspetterà nel fashion point allestito su Corso Mazzini.

18556945_470919243242479_378721693111557497_n

Matrimonio Calabria è media partner di Cosenza Fashion Week

Fonte: www.mitindo.it

 

 

Cosenza Fashion Week: slittano le date per boom di partecipazione

SLITTA DI DUE SETTIMANE L’APERTURA DI COSENZA FASHION WEEK

Organizzazione dell’evento travolta da tantissime richieste di partecipazione di giovani stilisti e qualificati operatori del settore moda

 Il successo e l’affermazione di Cosenza Fashion Week risiede già nella scelta operata opportunamente dall’organizzazione di far slittare di due settimane l’inizio della kermesse per poter inserire nel programma dell’evento le tantissime richieste di partecipazione pervenute inaspettatamente e fuori tempo da giovani e affermati stilisti, fashion maker, make-up artist e fotografi del mondo della moda.

Prende così nuova forma l’evento moda creato da Giada Falcone che, dal 25 al 28 maggio, presenterà a Cosenza i principali brand dell’italian style emergente, colorando di creatività e design i splendidi luoghi d’incontro della città.

Già da mesi avevamo la sensazione che, nonostante si fosse già chiusa da parte nostra la fase di reclutamento e selezione di brand e stilisti indipendenti, quanto ci appariva subito una certezza di successo sarebbe presto diventata una sorprendente realtà. È così è stato – afferma Giada Falcone nella nota ufficiale dell’organizzazione – tanto da richiedere altre due settimane di tempo, utili a rispondere alle sopravvenute necessità organizzative. Il concept dell’evento ha trovato successo perché abbiamo voluto indirizzare le nostre scelte verso quei talenti della moda italiana che dimostrano di avere una visione innovativa e caleidoscopica. L’obiettivo principale del nostro evento è quello di puntare l’attenzione e ogni sforzo organizzativo su quelle realtà creative di eccellenza che costituiscono un nuovo mercato”.

foto-giada-falcone-tra-le-sue-modelle

Quattro giorni no stop per immergersi nel favoloso mondo fashion, con molti “eventi collaterali” e workshop che faranno di Cosenza uno spazio aperto come vero e proprio concept store, che racconta ed esprime tutto il carattere dei brand selezionati, frutto dello stile e della lavorazione artigianale Made in Italy, tanto apprezzata nel mondo.

Abbiamo lavorato all’organizzazione di questo evento perché vogliamo stimolare un mood stilistico che apra a nuovi scenari e percezioni della città – si legge nella nota stampa –, da intendere come un laboratorio aperto che permetta a quanti frequenteranno le location dei tanti momenti previsti di apprezzare la creatività e il design dei giovani talenti che portano avanti con successo l’artigianalità italiana. Cosenza Fashion Week vuole dare così forma alle visioni di una città aperta allo stile e caratterizzata dalla bellezza dei suoi luoghi”.

Tra pochi giorni, con l’aggiunta di tutte le novità intervenute, il ricco programma di Cosenza Fashion Week sarà presentato ufficialmente agli organi d’informazione nel corso di una dinamica conferenza stampa, colorata e animata da bellezze in mostra, proprio nello spirito di quella creatività che caratterizzerà per quattro giorni la città bruzia.

Fonte: Ufficio stampa Cosenza Fashion Week

Cosenza Fashion Week: Tutto prende forma!

Dall’11 al 14 maggio a Cosenza si svolgerà la prima edizione di Cosenza Fashion Week.

 

Ad organizzarla l’agenzia di eventi, moda e spettacoli A Pois.

 

La nostra famosissima wedding planner della rubrica #erikaconsiglia sarà questa volta live! In esclusiva durante la fashion week, un salotto in cui incontrare la wedding planner Erika Sabato e chiedere una consulenza gratuita. A seguire sfilata di abiti da sposa.

 

Ad essere protagonisti sarà tutto quello che concerne la moda e le sue forme.

 

Cosenza Fashion Week è patrocinata dalla Provincia di Cosenza e vedrà tra i suoi media partner il portale calabrese per gli sposi e per le aziende Matrimonio Calabria ed uno dei portali più grossi della Provincia, Tutto Cosenza.

 

Quattro giorni di eventi artistici e culturali alla riscoperta della moda.

 

A breve il programma dettagliato.

 

Per qualsiasi informazione potete contattarci ai seguenti canali:

Come scegliere il fotografo e l’operatore video. Erika Consiglia…

La scelta del professionista che si occuperà di fare foto e video è molto importante…a loro vengono consegnati i ricordi di uno dei giorni più importanti della vostra vita. La scelta sbagliata riguardo a foto e video non rovinerà il vostro matrimonio ma sicuramente vi farà spendere dei soldi inutilmente. Consapevoli di ciò è il caso di esaminare i fattori essenziali di cui tener conto durante la ricerca di fotografo ed operatore video:

  • Professionalità: ciò che consiglio nella scelta di qualunque fornitore è la professionalità, ovvero la necessità di scegliere un professionista del settore. Un professionista che abbia un’abilitazione o un patentino (se previsto dalla legge) e con una regolare partita I.V.A. Assolutamente da evitare gli abusivi e gli amici che hanno una passione e ci fanno un favore. E’ senza dubbio vero che sia gli abusivi che gli amici ci fanno risparmiare ma è altrettanto vero che non ci possono dare le stesse garanzie di un vero professionista che sia bravo ed affidabile;

 

  • Esperienza: cercate informazioni da chi conoscete sulla bravura e l’esperienza dei fotografi che state prendendo in considerazione, valutate il loro portfolio e soprattutto cercate di verificare che le foto siano “di proprietà” di quel fotografo e non scaricate da internet. Grazie a Google Immagini è facile verificare;

 

  • Stile: fatevi un’idea su internet dello stile che più vi piace. Vi consiglio di guardare siti di fotografi stranieri, ciò vi permetterà di farvi un’idea delle tendenze della fotografia contemporanea. Personalmente ritengo che il reportage sia bellissimo, regala molte emozioni e ricordi meravigliosi ma alcune foto in posa vanno fatte. Un esempio sono le foto con genitori e parenti stretti, la vostra famiglia desidera sicuramente un ricordo del giorno del vostro matrimonio. Altra cosa importante è fotografare i momenti topici come lo scambio degli anelli. Per tali motivi accettiamo la modernità ma con il buon senso e la consapevolezza che questi ricordi ci accompagneranno per i prossimi decenni al di là delle mode del momento ;

 

  • Empatia: un elemento fondamentale di cui tenere conto nella scelta del fotografo è l’empatia che si genera quando lo incontriamo. Non bisogna dimenticare che questa persona ci starà al fianco in un giorno importantissimo e carico di emozioni. E’ necessario che si generi un rapporto di fiducia. Un’eventuale situazione di tensione e disagio renderebbe tutto molto difficile e trasparirebbe nelle foto;

 

  • Contratto: scrivere tutti i dettagli degli accordi presi è essenziale affinché non si creino equivoci. Con un regolare contratto tutto è chiaro e sicuro per entrambe le parti;

 

  • Il fotografo non è per forza operatore video: chi fa le foto non può contemporaneamente fare le riprese, accertatevi che ci sia un operatore specializzato a realizzare le riprese ed il successivo montaggio delle immagini

 

  • Tempi di consegna: precisate nel contratto i tempi di consegna;

 

  • Materiale consegnato: chiarite con precisione e per iscritto ciò che vi verrà consegnato. Il tipo di album, accessori, numero di scatti, supporto, qualità e formato degli scatti

 

Da tutto ciò che ho scritto spero possiate ottenere informazioni utili a non commettere sbagli. Si evince chiaramente il mio pensiero al riguardo e soprattutto la consapevolezza che sia meglio scegliere un professionista di comprovata serietà e bravura, che svolga regolarmente il suo lavoro. Tutte queste caratteristiche non devono essere strapagate ma sicuramente pagate il giusto. 

Se avete dubbi o necessità di consiglio scrivetemi!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Fonte media: investireoggi.it

Come si sviluppa il tema del matrimonio. Erika Consiglia…

Scelta la location ed il tema è necessario sviluppare quest’ultimo nel modo più corretto e completo possibile. Cosa significa? Che non possiamo scegliere un tema ed utilizzarlo solo per il tableau o per le bomboniere ma dobbiamo declinarlo in tutti i dettagli!

Il must di oggi è COORDINAZIONE.

Mi spiego meglio con un esempio concreto: abbiamo scelto lo stile shabby chic ed i colori rosa cipria e bianco che ben si riallacciano a questo stile. Inoltre, ci piace l’idea di uno sweet wedding: abbiamo sempre sognato di regalare agli ospiti delle marmellate tipiche della nostra terra, così anche i nostri parenti ed amici che abitano lontano potranno portare a casa un ricordo da apprezzare e gustare. Cosa facciamo con tutte queste bellissime idee? Ovviamente le coordiniamo!
Lo stile shabby chic ha delle caratteristiche precise e ne terremo conto quando sceglieremo la carta e il carattere di scrittura per gli inviti, i contenitori e relativo packaging delle bomboniere così come ne terremo conto quando faremo realizzare tableau, segnatavoli e menù (coordinandoli all’invito nella tipologia di carta e colori), segnaposti e tutti gli altri dettagli degli allestimenti come lo stile delle composizioni floreali.

La stessa cosa faremo con il colore da utilizzare in toto o in piccoli dettagli, facciamo attenzione a non esagerare! E’ sempre valida la regola che il troppo storpia, in tutto!

Altro errore da non fare è pensare che i vestiti degli sposi siano esenti dalla coordinazione, non è così. L’abito della sposa e dello sposo non possono fare a pugni con la location e con il tema. Se il matrimonio è di giorno, in campagna ed il tema è lo shabby chic non si può indossare un abito ultra moderno o a sirena così come non è adeguato lo strascico a cattedrale ma sarà il caso di scegliere un abito morbido, più romantico.

Lo stesso discorso vale per lo sposo ma approfondiremo l’argomento dell’abbigliamento adeguato negli articoli successivi.

Oltre allo stile del tema prescelto c’è anche il contenuto da coordinare: come decliniamo lo sweet wedding? L’idea è nata volendo regalare delle ottime marmellate agli ospiti, le bomboniere quindi le abbiamo scelte ma possiamo rendere ancora più dolce il nostro matrimonio. Una bella idea potrebbe essere creare un segnaposto dolce, per esempio una caramella mou, o un altro dolce…anche una miniatura di un dolce tipico impacchettata e personalizzata con il nome degli sposi e la data delle nozze.

Sicuramente dovremo realizzare candy bar che sia all’altezza di questo nome, con vasetti shabby da cui traboccano caramelle di ogni gusto e colore, macchina dello zucchero filato e piccoli ma graziosi contenitori per tutte queste leccornie. Anche la nostra wedding cake potrebbe essere ricoperta da caramelle e bastoncini di zucchero o riprodurre un vecchio carretto dei gelati….. tutto dipende dalla vostra fantasia!

L’unica cosa da non dimenticare mai quando si sviluppa un tema è la coordinazione di tutti i dettagli. Ci sarà chi vi dirà che siete esagerati e che un tempo le cose si facevano in modo più semplice, voi rispondete pure che state facendo tutto per rendere il vostro matrimonio un evento unico durante il quale tutti resteranno piacevolmente sorpresi, alla fine vi daranno ragione! La coordinazione dei dettagli serve a creare l’atmosfera del vostro matrimonio, ciò che colpisce l’emotività di sposi ed invitati e che rende un evento unico e diverso dagli altri. Una nota stonata crea disarmonia e rovina tutto il resto. Sarebbe un peccato rovinare tanto lavoro no?

A presto con altri consigli e tante idee!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Fonte media: pamelawedding.blogspot.com

Scelta del tema e della location (Parte 2). Erika Consiglia…

Come scegliere una location che corrisponda ai propri canoni estetici e di tema, al budget e che offra un prodotto/servizio di qualità?

E’ importante tener presente una cosa fondamentale: spesso non è possibile avere tutto ciò che si desidera, come ce l’eravamo immaginato; è necessario scendere a compromessi. Questo non significa accontentarsi ma costruire un matrimonio da favola in base a ciò che offre il mercato delle location e al nostro budget. Questo è assolutamente possibile, scrivo ciò per esperienza.

Faccio un esempio concreto: la location che ci offre un prezzo ed una qualità per noi accettabile non ha il giardino esattamente come noi lo vogliamo o la location che ha il giardino che noi desideriamo ha un costo troppo alto…bisogna necessariamente scegliere.

A questo punto parlo con gli sposi e cerco di capire cosa per loro è veramente prioritario.

Il buon senso ci farebbe scegliere una struttura di qualità con un prezzo che noi possiamo permetterci e su quella base rielaboro tema, allestimenti, intrattenimento, colori del matrimonio in modo da valorizzarla al massimo e puntare su vari elementi che possano compensare ciò che ci è venuto a mancare.

D’altro canto, ciò che rende un matrimonio un evento di successo è la cura dei dettagli, gli allestimenti di gusto, le piccole coccole per gli invitati, una logistica ben gestita, l’animazione, la gestione dei tempi, la qualità del cibo e del servizio in sala…queste sono le cose fondamentali che fanno stare bene gli ospiti; se gli ospiti stanno bene il matrimonio è riuscito!

Mai commettere l’errore di valutare solo l’estetica di una location.

Cari sposi, stilate una lista delle caratteristiche che dovrebbe avere una location ed il budget di cui disponete, visitate strutture che rientrano per vari motivi nelle caratteristiche da voi prescelte e poi stilate un’altra lista con pro e contro di ogni struttura in generale e rispetto alle vostre esigenze. Fatta un’analisi dettagliata, scegliete con buonsenso e nell’ottica di un invitato….domandatevi dove stareste meglio voi e la scelta è fatta!

Auguro a tutti i futuri sposi un buon 2017 e una proficua caccia alla location giusta!
Erika Sabato

Le foto riportate ritraggono la sala ricevimenti “Castello di Altomonte”

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Scelta del tema e della location (Parte 1). Erika Consiglia…

Il tema e lo stile del matrimonio sono elementi da scegliere con cura e sono strettamente legati alla scelta della location. Questa scelta riguarda la riuscita finale del nostro wedding day. Pur essendo una cosa personale che dovrebbe essere immediata, in realtà è molto difficile.

Le coppie, spesso, hanno difficoltà a comprendere che tipo di matrimonio fa veramente per loro. E’ facilissimo che una coppia confonda ciò che gli altri hanno definito “un matrimonio da sogno” con quello che per loro è un “matrimonio da sogno”.

Quando incontro le coppie, per facilitare e guidare questa scelta, cerco di conoscere meglio i futuri sposi, i loro gusti, che lavoro fanno nella vita, gli hobby, i colori che preferiscono, con quale stile arrederanno casa e, soprattutto, cosa immaginano per il giorno del loro matrimonio. Incrociando queste informazioni riesco a desumere le indicazioni basilari per cominciare a fare loro delle proposte di tema e di stile. All’inizio sono scelte generiche che verranno affinate con la scelta della location.

Faccio un esempio concreto: dal colloquio con i futuri sposi risulta che la coppia ama gli ambienti antichi, che hanno sempre desiderato un matrimonio all’americana, tipo cocktail party in un grande giardino, e che preferiscono un matrimonio movimentato e fuori dagli schemi.

La coppia mi dice che crede fortemente nel consumo dei prodotti a km0 e che da tempo ha adottato uno stile di vita sano….che fare? Cosa si può tirare fuori da queste preferenze che sia coerente e di buon gusto? Soprattutto…come si fa a fare tutto ciò con un budget accettabile e non milionario?

La prima cosa che consiglio è la ricerca di una location che sia una dimora d’epoca con un grande giardino (ovviamente!), meglio ancora se la location ha un’azienda agricola collegata…cosa frequente sul nostro territorio! Quando si sceglie la location è necessario approfondire diversi aspetti , non solo l’estetica di un posto. Nel prossimo articolo descriverò dettagliatamente come procedere ad una scelta consapevole ed oculata per evitare di incappare in inconvenienti gravissimi.

Erika

Le foto riportate ritraggono la sala ricevimenti “Castello di Altomonte”

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza