• Home
  • Categoria: Erika consiglia…

L’abito giusto: gusto e misura in ogni scelta. Erika Consiglia…

Per molte donne il sogno dell’abito da sposa perfetto inizia sin da bambina.

L’idea su cosa si desidera prende forma e si modifica nel corso degli anni. Arriva il momento di sposarsi ed il clou dell’organizzazione del matrimonio è proprio la scelta dell’abito. In genere vengono coinvolte mamme, suocere, amiche e testimoni.

Tutte si aspettano di rimanere folgorate alla vista dell’abito giusto. Non sempre è così. La reazione di ciascuna donna dipende dal suo carattere, a volte la scelta è difficile e contrastata poiché più di un abito piace o veste bene. Una cosa è certa: l’abito giusto è quello che vi fa sentire a vostro agio.

antonio-riva-collezione-2015-abiti-sposa191antoniorivasposa2014Un abito può essere spettacolare e “perfetto” da ogni punto di vista ma se non vi sentite a vostro agio quando lo indossate non fa per voi. Il disagio renderebbe difficile tenerlo addosso tutto il giorno del wedding day e ciò trasparirebbe dal vostro viso e dalla vostra gestualità.

Per gli uomini, in genere, scegliere l’abito del matrimonio non è così importante come per le donne. Ho conosciuto sposi che, a due mesi dal matrimonio, ancora ritenevano troppo presto iniziare a fare shopping. In realtà, l’abito dello sposo è importante come quello della sposa; entrambi devono scegliere con criterio e cercando di seguire le medesime linee guida. Anche lo sposo ha necessità di vestire un abito che lo faccia sentire a suo agio. E’ imbarazzante vedere uomini che si ritoccano continuamente il complicato nodo della vistosa cravatta, che non si sentono a loro agio con il cilindro o la giacca del tight.

04-carlo-pignatelli-cerimonia-17

carlo-pignatelli-abiti-cerimonia-viterbo-2Meglio un abito meno impegnativo ma ugualmente raffinato che una scelta forzata verso un’eleganza che non vi appartiene.

Nella scelta dell’abito bisogna tenere presenti alcune piccole regole che aiutano a non sbagliare e valgono per entrambi gli sposi:

  • Scegliere un modello che enfatizzi i pregi fisici e camuffi i difetti;
  • Scegliere un modello consono all’ora del giorno, il luogo scelto per la cerimonia e quello scelto per il ricevimento;
  • Scegliere secondo il buon gusto e non caricare troppo con gli accessori.

Oltre a queste regole fondamentali, la sposa non deve dimenticare di:

  • Abbinare con cura gli accessori;
  • Scegliere l’intimo giusto ;
  • Scegliere cappello o velo in base al luogo della cerimonia, allo stile del vestito ed alla fisionomia del viso: il cappello è indicato dal galateo per il rito civile mentre il velo può essere usato solo per un rito religioso;
  • Seguire la regola del “contrario” nello scegliere il velo: se il vestito è in pizzo il velo non lo sarà e viceversa; se l’abito ha i lustrini, il velo non li avrà e viceversa. La regola del “contrario” ha lo scopo di aiutare a non appesantire l’immagine della sposa;
  • Non esagerare con i gioielli;
  • Scegliere il tessuto più consono alla propria fisicità ed al periodo dell’anno.

emedieme2013Anche lo sposo deve badare al Galateo. Ci sono diverse opzioni, in base all’ora della cerimonia ed alla location: tight, mezzo tight e completo 3 pezzi. Quest’ultima soluzione è quella scelta sempre più frequentemente poiché si adatta sia alle cerimonie di mattina che a quelle officiate nel primo pomeriggio.

Per i colori consiglio di prediligere tinte unite scure dal blu notte al grigio scuro fumo di Londra. La giacca è sempre un monopetto a tre bottoni, senza spacchi laterali, con due tasche a filetto ( non a toppa ) e un taschino più piccolo in cui infilare la pochette, che non è mai dello stesso tessuto e colore della cravatta ma bianca e possibilmente di lino. I pantaloni devono essere di taglio classico e senza risvolto. Importante l’abbinamento della cravatta, avendo cura che non sia troppo chiassosa. Si a un discreto orologio ed ai gemelli.

Cari sposi, scegliete con gusto e discrezione…l’eleganza vi aiuterà a distinguervi ed a rendere il vostro outfit indimenticabile!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Fonte media: unadonna.it – 100matrimoni.it – abitipersposa.com – lesposedimori.it – riccisposo.it

Un tema di tendenza: Wine Wedding! Erika Consiglia…

Una delle maggiori tendenze degli ultimi anni nel settore wedding è sposarsi in una tenuta di campagna, in suggestive cantine o meravigliosi vigneti. Questa tendenza si ricollega ad un generale aumento di interesse per l’enogastronomia; è un fenomeno culturale oltre che una moda.

Gli sposi che fanno questa scelta manifestano l’esigenza di legare il loro wedding day ai colori ed ai sapori della terra, ad un’esperienza sensoriale di qualità, ad una riscoperta delle tradizioni.

Le locations precedentemente citate si configurano come perfetti wine resorts in cui sviluppare il tema del wine wedding. Come farlo?

Nel progettare lo sviluppo del nostro wine wedding non perdiamo mai di vista le tecniche di base per un matrimonio di grande stile: sviluppare il tema in ogni dettaglio del matrimonio e coordinare il tutto, non perdere di vista il senso della misura ed il buon gusto.

Il periodo più indicato per un wine wedding è sicuramente settembre, mese in cui i colori della natura rispecchiano quelli della vendemmia e si ricollegano perfettamente ai colori ideali per questo tipo di matrimonio: il rosso vinaccia, il viola scuro, il verde ed il bianco. Colori caldi e coinvolgenti. Ciò non toglie che si possa scegliere di festeggiare un wine wedding anche nella stagione invernale.

Un ricevimento in una bella cantina, con il profumo del rovere delle botti ed il calore della pietra a vista delle pareti è di sicuro effetto. Per gli allestimenti si useranno le bottiglie di vino di ogni forma. Una piccola bottiglia di vino con etichetta personalizzata potrebbe essere una bomboniera molto gradita e sicuramente raffinata.

Altri materiali perfetti sono i tappi di sughero per segnaposti o segnatavoli, foglie e tralci di vite per arricchire e caratterizzare gli allestimenti floreali, botti di rovere per allestire angoli di degustazione del vino. Sicuramente il menù dovrà comprendere piatti che utilizzano vini pregiati e possibilmente tipici del territorio.

I vini da affiancare alle pietanze dovranno essere accuratamente scelti da un sommelier e la loro mescita a tavola dovrà essere fatta con eleganza e rispettare i dettami del Galateo. I grappoli di uva, simbolo di abbondanza e prosperità, potranno essere utilizzati nei centrotavola ed in generale nell’allestimento dei tavoli. I dettagli prescelti dipenderanno dal gusto e dalla personalità degli sposi oltre che dal tipo di location.

Una cosa è certa: gusto e stile sono alla base di qualsiasi wine wedding che si rispetti!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

La scelta del Flower Design. Erika Consiglia…

La scelta del flower designer è delicata come quella di tutti i fornitori del matrimonio. Affermo ciò perché sono anni che tocco con mano il fatto che il matrimonio è paragonabile ad una sinfonia e i fornitori sono come i membri di un’orchestra: affinché la sinfonia sia indimenticabile ogni membro dell’orchestra deve saper svolgere il suo ruolo e saperlo fare all’unisono con gli altri.

Per tali motivi, quando vi apprestate a scegliere il vostro flower designer fate attenzione all’empatia che si crea tra di voi, alla sua capacità di ascoltare le vostre esigenze e consigliarvi nel modo giusto. Inoltre, cercate di capire la sua predisposizione alla collaborazione, vi tornerà utile.

Un professionista del settore non vi asseconderà giusto per prendere il matrimonio, diffidate di chi dice si a tutto…. Non tutto è sempre fattibile. Un professionista saprà consigliarvi in base al vostro stile, a quello del matrimonio e della location; soprattutto, saprà indicarvi colori e tipologia di fiori più adatti al periodo dell’anno ed al vostro budget. Per ogni stagione ci sono dei fiori. E’ vero che possiamo farci arrivare dall’estero i fiori fuori stagione ma è anche vero che questi stessi fiori si rovinano più facilmente e costano molto di più.

Guardate tante foto dei lavori già svolti e verificate che le foto siano sue e non scaricate da internet. Ogni flower designer ha il suo stile e la sua manualità, questi fattori devono corrispondere ai vostri gusti altrimenti il risultato finale non vi piacerà. E’ come con i vestiti… Il fatto che siano firmati non vuol dire che vi stiano bene.

Quando vagliate preventivi diversi abbiate cura di farli fare con stessa tipologia di fiori, numero e tipologia di composizioni. Una differenza tra questi elementi comporta un prezzo diverso.

Dal vostro flower designer pretendete che faccia un sopralluogo nella location della cerimonia e del ricevimento prima del wedding day… Non è possibile progettare un allestimento senza conoscere i luoghi. Fategli fare un bozzetto di come verrà l’allestimento e stilate un contratto con numero, tipologia di composizioni e cifre. La cosa essenziale per evitare le sorprese è mettere tutto nero su bianco, sempre!
Frasi come “non preoccupatevi, che poi vediamo…state tranquilli!” devono farvi scappare a gambe levate!

Dopo aver scelto con attenzione, vagliato tutti i dettagli e chiarito tutti gli aspetti del vostro accordo, rilassatevi e lasciate fare a ciascuno il proprio lavoro! Lo stress e gli inconvenienti si evitano scegliendo bene a monte.
A presto con i prossimi consigli!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Come scegliere il fotografo e l’operatore video. Erika Consiglia…

La scelta del professionista che si occuperà di fare foto e video è molto importante…a loro vengono consegnati i ricordi di uno dei giorni più importanti della vostra vita. La scelta sbagliata riguardo a foto e video non rovinerà il vostro matrimonio ma sicuramente vi farà spendere dei soldi inutilmente. Consapevoli di ciò è il caso di esaminare i fattori essenziali di cui tener conto durante la ricerca di fotografo ed operatore video:

  • Professionalità: ciò che consiglio nella scelta di qualunque fornitore è la professionalità, ovvero la necessità di scegliere un professionista del settore. Un professionista che abbia un’abilitazione o un patentino (se previsto dalla legge) e con una regolare partita I.V.A. Assolutamente da evitare gli abusivi e gli amici che hanno una passione e ci fanno un favore. E’ senza dubbio vero che sia gli abusivi che gli amici ci fanno risparmiare ma è altrettanto vero che non ci possono dare le stesse garanzie di un vero professionista che sia bravo ed affidabile;

 

  • Esperienza: cercate informazioni da chi conoscete sulla bravura e l’esperienza dei fotografi che state prendendo in considerazione, valutate il loro portfolio e soprattutto cercate di verificare che le foto siano “di proprietà” di quel fotografo e non scaricate da internet. Grazie a Google Immagini è facile verificare;

 

  • Stile: fatevi un’idea su internet dello stile che più vi piace. Vi consiglio di guardare siti di fotografi stranieri, ciò vi permetterà di farvi un’idea delle tendenze della fotografia contemporanea. Personalmente ritengo che il reportage sia bellissimo, regala molte emozioni e ricordi meravigliosi ma alcune foto in posa vanno fatte. Un esempio sono le foto con genitori e parenti stretti, la vostra famiglia desidera sicuramente un ricordo del giorno del vostro matrimonio. Altra cosa importante è fotografare i momenti topici come lo scambio degli anelli. Per tali motivi accettiamo la modernità ma con il buon senso e la consapevolezza che questi ricordi ci accompagneranno per i prossimi decenni al di là delle mode del momento ;

 

  • Empatia: un elemento fondamentale di cui tenere conto nella scelta del fotografo è l’empatia che si genera quando lo incontriamo. Non bisogna dimenticare che questa persona ci starà al fianco in un giorno importantissimo e carico di emozioni. E’ necessario che si generi un rapporto di fiducia. Un’eventuale situazione di tensione e disagio renderebbe tutto molto difficile e trasparirebbe nelle foto;

 

  • Contratto: scrivere tutti i dettagli degli accordi presi è essenziale affinché non si creino equivoci. Con un regolare contratto tutto è chiaro e sicuro per entrambe le parti;

 

  • Il fotografo non è per forza operatore video: chi fa le foto non può contemporaneamente fare le riprese, accertatevi che ci sia un operatore specializzato a realizzare le riprese ed il successivo montaggio delle immagini

 

  • Tempi di consegna: precisate nel contratto i tempi di consegna;

 

  • Materiale consegnato: chiarite con precisione e per iscritto ciò che vi verrà consegnato. Il tipo di album, accessori, numero di scatti, supporto, qualità e formato degli scatti

 

Da tutto ciò che ho scritto spero possiate ottenere informazioni utili a non commettere sbagli. Si evince chiaramente il mio pensiero al riguardo e soprattutto la consapevolezza che sia meglio scegliere un professionista di comprovata serietà e bravura, che svolga regolarmente il suo lavoro. Tutte queste caratteristiche non devono essere strapagate ma sicuramente pagate il giusto. 

Se avete dubbi o necessità di consiglio scrivetemi!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Fonte media: investireoggi.it

Come si sviluppa il tema del matrimonio. Erika Consiglia…

Scelta la location ed il tema è necessario sviluppare quest’ultimo nel modo più corretto e completo possibile. Cosa significa? Che non possiamo scegliere un tema ed utilizzarlo solo per il tableau o per le bomboniere ma dobbiamo declinarlo in tutti i dettagli!

Il must di oggi è COORDINAZIONE.

Mi spiego meglio con un esempio concreto: abbiamo scelto lo stile shabby chic ed i colori rosa cipria e bianco che ben si riallacciano a questo stile. Inoltre, ci piace l’idea di uno sweet wedding: abbiamo sempre sognato di regalare agli ospiti delle marmellate tipiche della nostra terra, così anche i nostri parenti ed amici che abitano lontano potranno portare a casa un ricordo da apprezzare e gustare. Cosa facciamo con tutte queste bellissime idee? Ovviamente le coordiniamo!
Lo stile shabby chic ha delle caratteristiche precise e ne terremo conto quando sceglieremo la carta e il carattere di scrittura per gli inviti, i contenitori e relativo packaging delle bomboniere così come ne terremo conto quando faremo realizzare tableau, segnatavoli e menù (coordinandoli all’invito nella tipologia di carta e colori), segnaposti e tutti gli altri dettagli degli allestimenti come lo stile delle composizioni floreali.

La stessa cosa faremo con il colore da utilizzare in toto o in piccoli dettagli, facciamo attenzione a non esagerare! E’ sempre valida la regola che il troppo storpia, in tutto!

Altro errore da non fare è pensare che i vestiti degli sposi siano esenti dalla coordinazione, non è così. L’abito della sposa e dello sposo non possono fare a pugni con la location e con il tema. Se il matrimonio è di giorno, in campagna ed il tema è lo shabby chic non si può indossare un abito ultra moderno o a sirena così come non è adeguato lo strascico a cattedrale ma sarà il caso di scegliere un abito morbido, più romantico.

Lo stesso discorso vale per lo sposo ma approfondiremo l’argomento dell’abbigliamento adeguato negli articoli successivi.

Oltre allo stile del tema prescelto c’è anche il contenuto da coordinare: come decliniamo lo sweet wedding? L’idea è nata volendo regalare delle ottime marmellate agli ospiti, le bomboniere quindi le abbiamo scelte ma possiamo rendere ancora più dolce il nostro matrimonio. Una bella idea potrebbe essere creare un segnaposto dolce, per esempio una caramella mou, o un altro dolce…anche una miniatura di un dolce tipico impacchettata e personalizzata con il nome degli sposi e la data delle nozze.

Sicuramente dovremo realizzare candy bar che sia all’altezza di questo nome, con vasetti shabby da cui traboccano caramelle di ogni gusto e colore, macchina dello zucchero filato e piccoli ma graziosi contenitori per tutte queste leccornie. Anche la nostra wedding cake potrebbe essere ricoperta da caramelle e bastoncini di zucchero o riprodurre un vecchio carretto dei gelati….. tutto dipende dalla vostra fantasia!

L’unica cosa da non dimenticare mai quando si sviluppa un tema è la coordinazione di tutti i dettagli. Ci sarà chi vi dirà che siete esagerati e che un tempo le cose si facevano in modo più semplice, voi rispondete pure che state facendo tutto per rendere il vostro matrimonio un evento unico durante il quale tutti resteranno piacevolmente sorpresi, alla fine vi daranno ragione! La coordinazione dei dettagli serve a creare l’atmosfera del vostro matrimonio, ciò che colpisce l’emotività di sposi ed invitati e che rende un evento unico e diverso dagli altri. Una nota stonata crea disarmonia e rovina tutto il resto. Sarebbe un peccato rovinare tanto lavoro no?

A presto con altri consigli e tante idee!

Erika Sabato

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Fonte media: pamelawedding.blogspot.com

Scelta del tema e della location (Parte 2). Erika Consiglia…

Come scegliere una location che corrisponda ai propri canoni estetici e di tema, al budget e che offra un prodotto/servizio di qualità?

E’ importante tener presente una cosa fondamentale: spesso non è possibile avere tutto ciò che si desidera, come ce l’eravamo immaginato; è necessario scendere a compromessi. Questo non significa accontentarsi ma costruire un matrimonio da favola in base a ciò che offre il mercato delle location e al nostro budget. Questo è assolutamente possibile, scrivo ciò per esperienza.

Faccio un esempio concreto: la location che ci offre un prezzo ed una qualità per noi accettabile non ha il giardino esattamente come noi lo vogliamo o la location che ha il giardino che noi desideriamo ha un costo troppo alto…bisogna necessariamente scegliere.

A questo punto parlo con gli sposi e cerco di capire cosa per loro è veramente prioritario.

Il buon senso ci farebbe scegliere una struttura di qualità con un prezzo che noi possiamo permetterci e su quella base rielaboro tema, allestimenti, intrattenimento, colori del matrimonio in modo da valorizzarla al massimo e puntare su vari elementi che possano compensare ciò che ci è venuto a mancare.

D’altro canto, ciò che rende un matrimonio un evento di successo è la cura dei dettagli, gli allestimenti di gusto, le piccole coccole per gli invitati, una logistica ben gestita, l’animazione, la gestione dei tempi, la qualità del cibo e del servizio in sala…queste sono le cose fondamentali che fanno stare bene gli ospiti; se gli ospiti stanno bene il matrimonio è riuscito!

Mai commettere l’errore di valutare solo l’estetica di una location.

Cari sposi, stilate una lista delle caratteristiche che dovrebbe avere una location ed il budget di cui disponete, visitate strutture che rientrano per vari motivi nelle caratteristiche da voi prescelte e poi stilate un’altra lista con pro e contro di ogni struttura in generale e rispetto alle vostre esigenze. Fatta un’analisi dettagliata, scegliete con buonsenso e nell’ottica di un invitato….domandatevi dove stareste meglio voi e la scelta è fatta!

Auguro a tutti i futuri sposi un buon 2017 e una proficua caccia alla location giusta!
Erika Sabato

Le foto riportate ritraggono la sala ricevimenti “Castello di Altomonte”

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza

Scelta del tema e della location (Parte 1). Erika Consiglia…

Il tema e lo stile del matrimonio sono elementi da scegliere con cura e sono strettamente legati alla scelta della location. Questa scelta riguarda la riuscita finale del nostro wedding day. Pur essendo una cosa personale che dovrebbe essere immediata, in realtà è molto difficile.

Le coppie, spesso, hanno difficoltà a comprendere che tipo di matrimonio fa veramente per loro. E’ facilissimo che una coppia confonda ciò che gli altri hanno definito “un matrimonio da sogno” con quello che per loro è un “matrimonio da sogno”.

Quando incontro le coppie, per facilitare e guidare questa scelta, cerco di conoscere meglio i futuri sposi, i loro gusti, che lavoro fanno nella vita, gli hobby, i colori che preferiscono, con quale stile arrederanno casa e, soprattutto, cosa immaginano per il giorno del loro matrimonio. Incrociando queste informazioni riesco a desumere le indicazioni basilari per cominciare a fare loro delle proposte di tema e di stile. All’inizio sono scelte generiche che verranno affinate con la scelta della location.

Faccio un esempio concreto: dal colloquio con i futuri sposi risulta che la coppia ama gli ambienti antichi, che hanno sempre desiderato un matrimonio all’americana, tipo cocktail party in un grande giardino, e che preferiscono un matrimonio movimentato e fuori dagli schemi.

La coppia mi dice che crede fortemente nel consumo dei prodotti a km0 e che da tempo ha adottato uno stile di vita sano….che fare? Cosa si può tirare fuori da queste preferenze che sia coerente e di buon gusto? Soprattutto…come si fa a fare tutto ciò con un budget accettabile e non milionario?

La prima cosa che consiglio è la ricerca di una location che sia una dimora d’epoca con un grande giardino (ovviamente!), meglio ancora se la location ha un’azienda agricola collegata…cosa frequente sul nostro territorio! Quando si sceglie la location è necessario approfondire diversi aspetti , non solo l’estetica di un posto. Nel prossimo articolo descriverò dettagliatamente come procedere ad una scelta consapevole ed oculata per evitare di incappare in inconvenienti gravissimi.

Erika

Le foto riportate ritraggono la sala ricevimenti “Castello di Altomonte”

Per qualsiasi consulenza wedding gratuita Erika sarà a vostra disposizione tramite i seguenti canali:

  • scrivendo nei commenti agli articoli della rubrica
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • scrivendo alla mail [email protected]
  • chiamando lo 0984 48 14 65
  • recandovi all’agenzia Master Dream in Via G. Don Mauro, 2 a Cosenza